Concerto di Less Of Five a Palermo per Curva Minore, 21/10/2018




Vivide pennellate di avanguardia jazzistica, con cuore mediterraneo. Si potrebbe definire così il concerto d’apertura della nuova e sempre visionaria rassegna di Curva Minore 2018, a Palermo.



Ne è stato protagonista il quartetto diretto dal pianista e compositore Giorgio Occhipinti, appartenente alla ristretta schiera dei musician’s musicians italiani. Un artista di culto per colleghi e addetti ai lavori, benché poco esposto mediaticamente per ragioni che esulano dalla qualità artistica ragguardevole. Questo concerto è stata quindi l’occasione giusta per testarne ancora una volta la cifra stilistica trasversale tra improvvisazione, musica colta, linguaggio post-boppistico. Less Of Five si impone altresì per aver recuperato la dimensione melodica della sua identità siciliana all’interno del jazz di ricerca, attraverso una volatile libertà esecutiva. Emblematico è in tal senso il danzante bozzetto di “Expression”, per evocare con gioioso senso dello swing stati d’animo profondi attraverso melodie semplici, ma folgoranti.


Nella nuova musica proposta a Palermo dal quarantanovenne artista ragusano si ritrovano, in armoniosa sintesi, alcuni fili conduttori: intensità di contrasti tra atmosfere sospese e ritmi danzanti, variegatezza dei chiaroscuri, felice sintesi tra improvvisazione e composizione. Ne discende una testura avvincente, costruita grazie all’abilità dei singoli per attraversare con grande libertà armonica vari territori del Novecento musicale tra rarefatta astrazione, lucida ricerca melodica e sensuali richiami all’America latina. Il laboratorio musicale in fieri di Occhipinti costituisce l’ennesima prova della maggiore vitalità che il versante orientale del jazz siciliano può vantare rispetto alla scena occidentale, rinchiusa comodamente entro le gabbie asfittiche di un mainstream incolore ed esangue. Una formula buona per tutte le evenienze, da cui invece si tiene debitamente a distanza l’espressività di Occhipinti, nel segno di una musica meticcia. Colpisce anche la varietà timbrica, la forza vivida dei colori spesso adoperati come macchie sonore sopra fondali netti e danzanti.


© Maurizio Zerbo  -  fotografia © Alessandro D'Amico


Musicisti:

Giorgio Occhipinti (p)
Giuseppe Guarrella (cb)
Emanuele Primavera (batt)
Gianpiero Fronte (sop, alto)


Organizzazione:

Curva Minore: www.curvaminore.org


our partners:

Clemens Communications


Silvère Mansis
(10.9.1944 - 22.4.2018)
foto © Dirck Brysse


Rik Bevernage
(19.4.1954 - 6.3.2018)
foto © Stefe Jiroflée

VKH Torhout

 

Special thanks to our photographers:

Annie Boedt
Klaas Boelen
Henning Bolte

Serge Braem
Cedric Craps
Christian Deblanc
Cindy De Kuyper

Koen Deleu
Ferdinand Dupuis-Panther
Anne Fishburn
Robert Hansenne
Stefe Jiroflée
Jos L. Knaepen
Hugo Lefèvre

Jacky Lepage
Olivier Lestoquoit
Eric Malfait
Nina Contini Melis
Arnold Reyngoudt
Jean Schoubs
Willy Schuyten

Frank Tafuri
Jean-Pierre Tillaert
Tom Vanbesien
Jef Vandebroek
Geert Vandepoele
Guy Van de Poel
Cees van de Ven
Donata van de Ven
Harry van Kesteren
Geert Vanoverschelde
Roger Vantilt
Patrick Van Vlerken
Marie-Anne Ver Eecke
Karine Vergauwen
Frank Verlinden

Jan Vernieuwe
Anders Vranken


and to our writers:

Robin Arends
Marleen Arnouts
Henning Bolte
Danny De Bock
Ferdinand Dupuis-Panther
Paul Godderis
Jean-Pierre Goffin
Bernard Lefèvre
Mathilde Loffler
Claude Loxhay
Etienne Payen
Herman te Loo
Georges Tonla Briquet
Iwein Van Malderen
Olivier Verhelst